Home / Blog / Social media / Prove generali di Social Apocalypse

Prove generali di Social Apocalypse

Social media

Il giorno dell’apocalisse social o almeno le prove generali di catastrofe si sono manifestate ieri sera, mercoledì 13 febbraio 2019, sui 3 social network più diffusi al mondo, che contano miliardi di utenti attivi nel mondo.
A partire dalle ore 17.30 p.m. (ora italiana) Facebook, Instagram e WhatsApp sono ufficialmente caduti sotto i colpi di un poco chiaro down che ha mandato nel panico gli utenti di tutto il mondo.
La conferma è arrivata da parte del colosso di proprietà di Zuckerberg, paradossalmente via Twitter, attraverso un tweet che ha non svelato le cause del blocco ma che ha solo escluso la possibilità che il down sia stato causato da un attacco mirato, che nel gergo tecnico viene definito attacco DDoS.

Resta il fatto che sono state ore concitate per i milioni di utenti iscritti.
Infatti prima che la notizia venisse confermata, ci si è trovati dinnanzi all’impossibilità di aggiornare il proprio profilo sia su Facebook che su Instagram mentre su WhatsApp il down ha riguardato l’impossibilità di inviare messaggi vocali ed in maniera parziale anche di inviare foto.

Le ore vissute, saranno di certo ricordate nel mondo perché un down di una simile portata non si era ancora mai verificato.
La rete comunque non si è fermata visto che milioni di utenti si sono riversati su Twitter per esprimere il proprio stato d’animo attraverso migliaia di cinguettii che hanno portato gli hashtag #facebookdown #instagramdown e #whatsappdown tra i trend topic della giornata.

 

 

 

  • instagram
  • facebook down
  • down
  • instagramdown
  • whatsappdown
  • social