Home / Blog / SEO e copywriting / Velocità di una pagina web come fattore SEO

Velocità di una pagina web come fattore SEO

SEO e copywriting

Sappiamo tutti che avere un sito Web veloce è importante per qualsiasi azienda online. Per ogni secondo extra, si stima che perderà il traffico dell’11% e il tasso di conversione del 7%. Ciò si traduce in perdite di profitto piuttosto significative a lungo termine. Ma, dalla nostra esperienza nell’ottimizzazione della velocità di WordPress, sappiamo che la maggior parte delle persone che cercano di aumentare la velocità della propria pagina, lo fanno per ragioni SEO.

 

Ciò mostra una mancanza di consapevolezza del pubblico sul tasso di conversione, sulla frequenza di rimbalzo, sul traffico, ecc. Nel corso degli anni, grandi aziende come Google, Yahoo o Amazon hanno condotto innumerevoli studi sull’impatto della velocità della pagina sulla redditività. Le grandi aziende trattano questi numeri molto seriamente:

 

Dal nostro test emerge chiaramente che la velocità del nostro sito Web influisce su entrambi questi flussi di entrate, nel breve periodo, di centinaia di euro e migliaia a lungo termine. La velocità del sito influisce negativamente sulla permanenza di un utente, non importa quanto piccolo sia il ritardo. I siti lenti hanno anche un effetto negativo sul numero di articoli letti. In generale, più lento è il sito, maggiore è l’effetto. I dati suggeriscono, sia in termini di esperienza utente e impatto finanziario, che ci sono evidenti benefici nel rendere il sito ancora più veloce.

 

Responsabile del Financial Times

Le statistiche sull’importanza della velocità della pagina non sono nulla di nuovo, si parla di questo argomento sin dal 2008. Tuttavia, non hanno ancora raggiunto le orecchie del webmaster abituale. L’esperto SEO Junior è suscettibile a qualsiasi informazione relativa al SEO ma è completamente indifferente alle noiose statistiche sulla frequenza di rimbalzo. Questo è probabilmente il motivo per cui la maggior parte delle persone che alla fine cerca un servizio di ottimizzazione della velocità lo sta facendo per ragioni SEO.

 

Ma quanto conta veramente la velocità della pagina in SEO?

Per rispondere a questa domanda, diamo un’occhiata a questo grafico da uno studio SemRush eseguito a giugno 2017

Come possiamo vedere, tre dei quattro fattori principali che mostrano la correlazione più forte con il posizionamento migliore in Google Rankings dipendono dalla velocità della pagina. Questi sono anche chiamati segnali “UX (user experience)”. Ultimamente, Google ha iniziato a dare sempre più importanza ai segnali dell’esperienza utente rispetto ai backlink e ad altri fattori di classifica tradizionali. Naturalmente, i backlink e i fattori tradizionali rimarranno sempre importanti, ma i segnali di esperienza degli utenti hanno acquisito sempre più importanza nel corso degli anni.

Ricorda che Google può visualizzare le statistiche di frequenza di rimbalzo, tempo sul sito, pagine per sessione, ecc. Tramite Google Analytics. Se Google rileva che i visitatori non sono coinvolti nel sito Web, lo ridurrà nei risultati.

 

Quando fa più male?

Dalla nostra esperienza personale e da ciò che abbiamo letto online riguardo a questo problema, gli effetti SEO della velocità della pagina sono più pronunciati nella prima pagina dei risultati. È come se Google inizi a dare un po’ più di importanza ai fattori dell’esperienza utente al momento di decidere come organizzare i siti Web nella prima pagina dei risultati. Poiché non siamo a conoscenza di studi seri in merito a questo effetto, è difficile stimare con esattezza quanto sia impattante.

 

Vale la pena ottimizzare la velocità del tuo sito web esclusivamente per i vantaggi SEO?

Come tutto, nel campo del SEO, dipende dalle dimensioni del progetto e dall’importanza di sito web. Spetta a ogni singolo webmaster fare i conti e decidere quanto dovrebbero investire per migliorare le prestazioni del proprio sito web. Generalmente, le statistiche sul tasso di conversione, sul traffico e sulla frequenza di rimbalzo ne fanno valere la pena per qualsiasi sito Web che produce oltre 500€ al mese.

 

Conclusione:

Dopo l’aggiornamento di Google di agosto, si è verificato un notevole aumento della domanda di ottimizzazione della velocità. Anche se avrebbero dovuto iniziare molto tempo fa e per ragioni diverse, la gente lo sta facendo ora. Lasciando da parte le preoccupazioni monetarie, Internet sta diventando più veloce, e questa è una buona cosa. Nel corso degli anni sono stati fatti molti progressi nel campo dei servizi internet. La velocità di Internet sta migliorando di giorno in giorno. Tuttavia, la maggior parte di questa responsabilità ricade sulle spalle dei webmaster e degli esperti SEO.